Il parco nazionale dell’alta Murgia!

parco-nazionale-dell-alta-murgia

Il parco nazionale dell’Alta Murgia, abbreviato in PnAM è stato istituito nel 2004 ed è un’area protetta situata in Puglia, in provincia di Bari e Barletta-Andria-Trani!

Il parco nazionale dell’Alta Murgia è ricco di sentieri rocciosi, dolci pendii, cavità carsiche, ripidi burroni ed estese coltivazioni nel cuore della Murgia.

Castel del Monte sorge nel cuore del Parco Nazionale dell’Alta Murgia. Il parco è compreso tra circa tredici comuni di Bari e BAT: Altamura, Andria, Bitonto, Cassano Murge, Corato, Gravina in Puglia, Grumo, Minervino Murge, Poggiorsini, Ruvo di Puglia, Santeramo in Colle, Spinazzola e Toritto, e si estende per circa 70.000 ettari.

parco-nazionale-dell-alta-murgia

Visitare il parco

Il Parco è una full immersion nella natura, la quale grazie ai fenomeni atmosferici ha smussato alcune asperità più pronunciate dei territori, trasformandoli in percorsi più semplici e piatti, L’uomo invece ha costruito masserie dotate di stalle per gli animali, le quali erano rinforzate per tutelarsi da eventuali attacchi dei banditi. Numerose sono le grotte all’interno del parco, le quali hanno ospitato gli uomini nell’antichità e che oggi alternandosi a dei muretti a secco, rendono questo parco speciale.

All’interno del parco ci sono volatili come falchi, gufi, civette e barbagianni, che chi va in visita vedrà sicuramente!

Non mancano poi i pastori che passeggiano con il bestiame, gli allevatori, i contadini che si impegnano nella coltivazione di cereali e mandorli. Qui l’ambiente naturale è diviso in due habitat principali: quello substeppico e quello delle praterie.

parco-nazionale-dell-alta-murgia

Trovarono, nelle cavità carsiche del parco, uno scheletro in condizioni perfette. Esso è stato la testimonianza di una vita antichissima. Un’epoca che ancora oggi è impressa su numerose tombe tenute nella pietra, che sono visibili solo nei siti archeologici.

Castel del Monte è la punta di diamante del Parco Nazionale dell’Alta Murgia

Il castello risale al 1240 quando Federico II Hohenstaugen ordinò di reperire tutti i materiali necessari per costruire un castello presso la chiesa di Santa Maria del Monte, attualmente scomparsa. Il nome del Castello in quei tempi era: “Castello di Santa Maria del Monte”, il quale si ridusse semplicemente in Castel del Monte, facendo dunque a meno dell’appellativo Santa Maria.

Fu un luogo raramente adibito a feste e matrimoni, più utilizzato come luogo di carcere.

Nel 1528 poi, il Castello è stato devastato e bombardato. E dopo un lungo periodo di abbandono in cui oltre ad un luogo di carcere divenne anche un ricovero per pastori e profughi politici. Nel 1876 lo Stato Italiano comprò il Castel del Monte. Nel 1928 iniziarono a restaurarlo, portando alla luce uno splendore dichiarato monumento nazionale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *